Featured

Un tuffo nel vuoto

Questo è l’estratto dell’articolo.

Le novità spaventano tutti, si sa, ma quando si tratta di qualcosa che non conosci, ma di cui non riesci proprio a fare a meno…secondo me è su quello che ti devi tuffare, ad occhi chiusi. E non fare il solito pigrone, che di aria nuova non è mai morto nessuno! Le novità amico mio, sono ossigeno puro per adulti e per bambini, per chi non vuole smettere mai di stupirsi e perché la vita lo pretende da noi! 😉

articolo

Mancanze

Mille volte avrei voluto affrontare il mondo da sola lasciandomi tutto e tutti alle spalle dimostrando quanto fossi forte e capace, ma con il passare degli anni mi rendo conto che molte delle cose che davo per scontate ora mi mancano terribilmente.ciliegio_in_fiore_val_sillaro_web

Essendo testarda e caparbia come pochi, mai avrei ammesso di aver bisogno di qualcuno e invece mi ritrovo a desiderare accanto a me quelle persone che un tempo facevano di tutto per darmi consigli e starmi accanto.

Non c’è bisogno di essere vecchi per tornare ad aver voglia di confidarsi con un genitore e non bisogna vergognarsene.

La distanza e il tempo mi stanno facendo capire quanto siano importanti i valori della famiglia e del rispetto di essa. Credo di aver goduto poco del calore e della bellezza di quel cantuccio di casa dove tutti i problemi rimanevano fuori, e ora che da un anno affronto tutto senza loro accanto a me, mi manca quella sensazione, ma prima o poi si deve crescere..

E loro anche a distanza mi sono vicini.

Molta gente non ha questa fortuna o non ce l’ha più, per questo ogni giorno mi alzo col sorriso cercando di godere di tutto più che posso.

All’amicizia vera

Caro diario sai oggi mi chiedevo come sia possibile dimenticare qualcuno che ha fatto parte della tua vita per tanti anni e con la quale hai condiviso i più bei momenti, ma anche i più brutti… E stranamente ho la risposta.

Semplicemente non si dimentica..eh già.. ti racconto una storia. Correva l’anno 2008 il mio ultimo anno di superiori e una nuova ragazza arrivò nella mia classe, era di un altro paese e non conosceva nessuno. Non so come in qualche modo ci siamo avvicinate e abbiamo fatto amicizia e più passavano i giorni più stare insieme ci veniva naturale, era come se avessi finalmente trovato chi mi compredesse al 100% .

Passammo insieme tutto l’anno e arrivammo agli esami di stato tra risate e uscite al posto di studiare. Passammo un’estate davvero fantastica, unica, ero davvero felice. Poi lei dovette partire e furono quattro mesi di solitudine totale perché mi mancava la mia compagna di avventure. A dicembre tornò e riprendemmo a divertirci. A vent’anni non si pensa a nulla se non rendere ogni giorno più bello del precedente e così andò tra confidenze, segreti, a volte discussioni, ma furono anni dove regnava solo la bellezza delle giornate passate insieme. Poi tutto iniziò a crollare pian piano, entrarono nella nostra cerchia altre persone e non avevamo più i nostri pomeriggi alla Thelma e Louise e mi iniziava a mancare la mia amica. Era come se la allontanassero sempre più da me.. e cercavo di lottare e capire cosa non andasse più. Ma era qualcosa che non potevo aggiustare, e semplicemente si allontanò da me, lentamente e quasi senza accorgercene passavano le settimane senza vederci o sentirci. Poi da lì anche io presi in mano la mia vita e conobbi altra gente, un ragazzo, mi trasferii in un altro Paese. E semplicemente tutto finì, solo messaggi per dire che non voleva più avere niente a che fare con me. Bene. Dopo aver lottato tanto tempo per questa amicizia cosa mi rimaneva? Solo messaggi pieni di odio per qualcosa che nemmeno avevo fatto.

Ancora oggi dopo quattro anni in cui non ci sentiamo, né vediamo, un po’  mi mancano gli anni della spensieratezza e nonostante tutto le auguro il meglio dalla vita.

In conclusione non potrai mai dimenticare qualcuno a cui ha voluto bene, non 20170916_121448-01.jpegti rimane altro che sorridere quando un ricordo ti torna alla mente e cercare di non fare altri errori con gli amici veri che hanno sfidato il tempo e lo spazio, che ancora oggi hai accanto e che dimostrano ogni giorno di tenerci davvero a te.

 

Cara amica mia

In questo momento so che ascoltare me sarà l’ultimo dei tuoi pensieri, ma io ti scrivo due righe così quando avrai voglia potrai trovarmi sempre qui.

Ci sono volte in cui tutto quello di cui abbiamo disperatamente bisogno è avere qualcuno accanto che ci sostenga, ci conforti, ma soprattutto che ci ami. Alcune persone sono fortunate e trovano l’anima gemella che tra alti e bassi riesce a comprendere ogni lato del loro carattere, mentre ad altre persone non va così bene. Forse perché hanno avuto fretta, forse perché si sono accontentate troppo facilmente o forse perché hanno buttato via il proprio io per far felice il partner. E questo, cara amica, non va affatto bene! Ma te l’immagini se ognuna di noi mettesse da parte i propri desideri e le proprie aspettative solo perché “a lui non sta bene”?? Te lo immagini? Io non riesco proprio a concepirlo.

Dovremmo sempre essere in grado di cambiare idea o tornare sui nostri passi, perché ora è il tempo di provare, di sbagliare, di tentare, immaginare e sognare qualsiasi finale per quel grande film che è la vita.

Io non ho mai le risposte adatte, anzi sono negata a dare consigli o pareri, ma una cosa la so per certa e cioè che devi sempre seguire il tuo istinto e i tuoi sogni e se a qualcuno non sta bene, che faccia quel che vuole! Tu sei l’unica che deve decidere per la propria vita!

E dipingere la tua tela con i colori che ami di più.

para-los-gustos

Non mi mancherai

Un giorno capirai anche tu che tutti quei baci persi non torneranno indietro e quei dolci momenti saranno solo ricordi. E quando ti guarderai allo specchio e soffrirai per la mancanza di quel qualcuno, ripensa alle mie parole.

Quando ti ho sostenuto, quando ti ho supportato e quando abbiamo festeggiato insieme le tue vittorie e sorriso delle sconfitte. Ma quando nella completa solitudine starai per mollare non ci sarò io a dirti che andrà tutto bene.

Prima di mandare via qualcuno che tiene tanto a te, pensa a tutto ciò che perderai.

Ora penso solo alla mia felicità.

Non è l’inverno

Hai presente la notte quando vorresti dormire e invece nella tua testa iniziano a sfilare le parole una ad una, diventando frasi, poi discorsi, monologhi e tu che non hai nessuno a cui riferire tutto quel trambusto e vorresti solo dormire, mentre continua la marea di frasi che hanno tutte un senso logico e inizi a credere che dovresti dirle a qualcuno o forse scriverle per non dimenticarle l’indomani, ma non riesci nemmeno a fare un passo, come se il tuo corpo ti obbligasse a rimanere li, in quell’angolo di letto forse troppo grande alcune notti o forse sei solo tu che vorresti non pensare più a nulla diventando piccolo piccolo, così forse neanche i tuoi stessi pensieri ti vedranno e passeranno oltre.

Poi arriva il momento in cui tutto torna a tacere e potresti anche addormentarti, Ma in quell’esatto momento ti senti pervadere da una sensazione strana, e ti chiedi: avrò chiuso tutte finestre? Ma quel freddo viene da dentro, ti gela il petto, lo stomaco, arriva al cuore e non riesci a respirare… alcune volte qualcuno lo capisce e ti abbraccia, così il freddo passa, altre volte ti fai coraggio e dopo una nottata in lacrime l’indomani passa tutto, e come sempre inizia un nuovo giorno solare e sorridente,ma1472051_566080693473878_924092115_n con un retrogusto amaro, come di un brutto sogno.

Ripeti ora è tutto passato. Ma a volte quel freddo torna e tu come le altre volte lentamente aspetti che passi.

Per le Donne!

Tutto sommato io mi sento fortunata, si ho tutto quello di cui necessito e tutto quello che desidero.. a me non servono i milioni oppure le grandi auto o il lusso estremo. A me basta avere una casetta modesta, un’auto che mi permette di spostarmi e quando torno a casa un uomo che mi ama, e che mi fa ancora ridere, e che a volte prepara anche la cena.

Non è da sottovalutare e anche se a volte mi lamento perché mi mancano i miei affetti e la mia terra, io sono fortunata perché ci sono donne che questa fortuna non l’hanno avuta e hanno passato momenti infernali accanto a qualcuno che non le amava e che abusava di loro, fingendo che fosse la normalità.

Oggi mi sento in dovere di dire due parole per tutte quelle donne che non hanno potuto, per quelle donne che subiscono in silenzio: Basta! Non dovete accettarlo, non dovete giustificarlo, non dovete sopportarlo in silenzio, ma urlare e denunciare affinché un giorno possa finire tutta questa crudeltà.

Non dovrebbe mai esserci una prima volta, ma se accade una volta accadrà ancora e ancora. Per questo cogliete subito i segnali donne mie.

Troppe donne sono morte per mano di un compagno che non sapeva amarle, che non conosceva l’amore, ma solo la gelosia, o la rabbia. Io oggi dico basta!!

E lo dirò sempre e non solo il 25novembre oppure l’8 marzo, ma tutti i giorni! Basta!

 

Ti svelo un segreto

Le arti mi hanno sempre affascinato, che sia il canto, il ballo o la poesia ne rimango ogni volta sbalordita. Poi un giorno ho scoperto il musical e mi ha preso così tanto da non riuscire a staccare gli occhi dal palco per l’energia dei personaggi, che riescono a trasmetterti tutto lasciandoti senza fiato tra le canzoni e i movimenti, mi ritrovo coinvolta con ogni singola fibra del mio corpo. Tanto che alla fine mi trovo sempre con gli occhi lucidi ed emozioni che non posso spiegare.

Ma il canto è qualcosa che mi porto dentro forse da quando sono nata. Ho fatto parte dei cori della scuola, della Chiesa e in qualche modo ero sempre lì a cantare, facendo parte di un gruppo, di un coro dove la mia voce era importante. E mi sentivo realizzata.

Poi un giorno per la recita di natale la mia insegnante di musica ha deciso di farmi fare una parte da solista, pensavo che non ne sarei stata capace, e invece il risultato è stato meraviglioso.

È qualcosa che coltivo in segreto, come la passione incondizionata per i balli caraibici (forse un po’ meno segreta)…

Sono quelle cose che ti fanno sentire nel cuore il fuoco della passione che cresce sempre di più e ti fa sentire viva e in qualche modo danno un senso alla tua vita.

Poi ahimè c’è chi non condivide con te queste passioni e non capisce che quegli occhi lucidi e quel cuore che batte così forte, sono il risultato di un’emozione che si fa strada ed esce fuori.

Poi visto che la mia emotività è ormai risaputa, piango spesso e volentieri anche per la musica.

Anche Lei impressa sulla pelle per sempre. ♡